Tra le tante evidenze emerse in questi duri mesi di pandemia, una ci è apparsa chiara ed evidente: la comunicazione da remoto con le mamme è oggi più che mai cruciale nello svolgimento della nostra professione clinica.

Per questa ragione abbiamo pensato di “riattualizzare” lo strumento del “triage telefonico” attraverso il progetto di comunicazione “Stories”, che si pone, come principale obiettivo, quello di rendere la relazione a distanza con i caregivers, più efficiente, più digitale, più moderna ed anche più empatica.

Web, social e chat di mamme caregivers, sono ormai una realtà che non può essere ignorata ma deve essere governata, anche sul piano digitale: il pediatra è l’unico play maker in fatto di diagnosi, terapia e prevenzione; ma è anche il professionista che può guidare (e nutrire…) correttamente la relazione medico-paziente.


guarda il video
Un caso di real life è il punto di partenza per evidenziare quale sia il comportamento più diffuso delle mamme quando un bambino ha un problema di salute. Osservare tale comportamento, ci aiuta a capire come “guidare la relazione” a distanza con i caregiver e come indirizzarli verso le scelte più idonee: le soluzioni “fai da te” o il ricorso alle chat delle mamme non sono risposte adeguate; l’adozione dei consigli del pediatra o il confronto con lui da remoto, invece lo sono.
guarda il video
Come attualizzare il “triage telefonico” e renderlo un protocollo funzionale, attuale, efficace in termini diagnostici ed equilibrato dal punto di vista normativo? Il secondo contributo video ci porta nel cuore del progetto, ovvero sul tema più squisitamente metodologico: la traccia da seguire per “condurre” una corretta consultazione telefonica. Cercheremo di individuare come ottenere un buon mix tra la sensibilità nel fare le domande al genitore e la coerente situazione che viene fuori dal consulto.
guarda il video
Come interpretare i vincoli normativi del Pediatra nell’atto di un consulto telefonico? Come gestire tali criticità? Cosa si può dire ai genitori? Cosa si può indicare e cosa no? Sappiamo che non si può fare una diagnosi e che non è possibile prescrivere una terapia medica, se non farmaci da banco o farmaci proscritti. Questa video pillola ci aiuterà a conoscere meglio i contorni e i confini del perimetro definito dal Legislatore, guidandoci nella corretta interpretazione del quadro normativo (…ed evitando di incappare in problemi legali).